All’Isernia il derby col Venafro. Il Vastogirardi tiene il passo

Festeggiamenti. Ph.  Isernia F.C.
Festeggiamenti. Ph. Isernia F.C.
- 23824 letture

Tre vittorie e un pareggio, è questo il bilancio dei quattro anticipi nella 5° giornata del campionato di Eccellenza. L’Isernia fa suo il derby contro il Venafro. Il Vastogirardi tiene il passo della capolista superando, in trasferta, il Campodipietra. Prima vittoria per la Frentania, mentre finisce in parità Tre Pini Matese-Bojano al termine di una gara con 5 espulsi.   

Naturalmente, a tenere banco era il derby Venafro-Isernia che, nelle ultime ore, aveva scatenato non poche polemiche per la decisione della Prefettura di vietare la trasferta ai tifosi ospiti. Una decisione che nemmeno i tifosi locali hanno preso di buon grado, manifestando il loro disappunto con un eloquente messaggio su un muro sulla via di accesso allo stadio Marchese del Prete.

La gara, invece, si è subito messa bene per i biancocelesti che al primo affondo passano. Di Matteo dalla destra cerca e trova Rega che anticipa i difensori e di testa porta in vantaggio i suoi. La risposta dei locali è nella punizione di Panico che Biasella fa sua. Prima del riposo occasione ancora sui piedi di Panico che da posizione favorevole calcia alto sulla traversa. La ripresa si apre con l’occasionissima per i bianconeri. Il direttore di gara punisce con il rigore un contatto tra Staffieri e Nucci. Wade si presenta sul dischetto, ma prima di calciare decide di lasciare l’esecuzione dello stesso al compagno Panico che si fa respingere il tiro dagli undici metri da un superlativo Biasella che, nel finale, si ripeterà salvando il risultato ancora su un’incursione dell’ex Panico. Con i tre punti di oggi l’Isernia mantiene la testa della classifica a punteggio pieno. I biancocelesti torneranno in campo mercoledì, al Lancellotta, per affrontare il Vulcania negli Ottavi di Coppa Italia, mentre domenica, sempre al Lancellotta riceverà la visita del Campodipietra. A proposito del Campodipietra, i rossoblu sono stati sconfitti dal Vastogirardi, seconda forza del torneo. La formazione di Grossi ha dovuto faticare più del previsto per sconfiggere i ragazzi di D’Aversa. Gara che si è messa subito in discesa per gli ospiti che al primo affondo vanno in vantaggio grazie a Terminiello lesto a infilare Mastropaolo. I locali reagiscono e, a metà primo tempo, trovano il pareggio con Leccese. Sul finire del primo tempo, Napoletano realizza il raddoppio per i suoi che vanno al riposo in vantaggio. Nella ripresa, Cappelletti e compagni cercano il pareggio senza riuscirci. Gli ospiti si difendono con ordine creando qualche grattacapo alla difesa di casa, anche se il risultato non cambierà fino alla fine.

L’unico pareggio della giornata arriva dal Pasqualino Ferrante di Piedimonte Matese, dove i locali del Tre Pini ospitavano il Bojano. Il pari è arrivato al termine di un confronto duro con cinque espulsioni più quella dell’allenatore locale Geloso. Il Bojano ha dimostrato di aver fatto passi avanti soprattutto sul piano caratteriale. Gioffrè, può tornare a sorridere, la squadra vista oggi è sulla strada giusta per risalire la classifica. I biancorossi sono stati anche sfortunati, dopo il vantaggio siglato da Mauriello, hanno colpito un palo con lo stesso attaccante e si sono visti annullare un gol per fuorigioco. Nella ripresa è successo di tutto. Locali in dieci al 10’ per l’espulsione di Marra, ma pochi minuti dopo, nonostante l’inferiorità numerica riuscivano a pareggiare grazie a Palumbo che di testa superava la resistenza del portiere Di Stasi. La gara si faceva nervosa, il sig. Fattore di Isernia era costretto a espellere in successione, Sabatino al 76’, Francesco Riccio all’80’, Tellaroli all’ 85’, Ciardiello al 95’, e anche l’allenatore di casa Geloso prima di mandare tutti a casa. Grazie a una rete di Mattia Cacchione, la Frentania ha battuto il Sesto Campano conquistando la prima vittoria e con essa i primi punti stagionali.

Celestino Ieronimo