Calciomercato in tempo reale

I numeri di maglia "improbabili" arrivano anche nei dilettanti

Via ai
Via ai "numeri pazzi"
- 502112 letture

Nel calcio di una volta, il portiere aveva il numero 1 e tutti gli altri dal 2 all'11, con le riserve che arrivavano fino al 18. Poi ci fu la rivoluzione e tutto, di colpo, cambiò. Sui campi dei professionisti si iniziarono a vedere numeri improbabili, più adatti alla tombola che non al calcio e oggi anche il calcio dilettantistico compie il "grande passo". Fino ad oggi, infatti, i dilettanti erano rimasti fedeli all'art.72 del N.o.i.f. nel quale si legge testualmente che i calciatori "a debbono indossare maglie recanti sul dorso la seguente numerazione progressiva: n. 1 il portiere; dal n. 2 al n. 11 i calciatori degli altri ruoli; dal n. 12 in poi i calciatori di riserva".

Nella riunione tenutasi il 26 giugno, però, il Consiglio Federale ha accolto l'istanza della Lnd ed ha ammesso, in deroga al citato articolo 72, che nella prossima stagione anche i calciatori dilettanti e delle squadre juniores potranno adottare «maglie recanti sempre lo stesso numero - si legge nel comunicato della Lnd - non necessariamente progressivo, senza personalizzazione col cognome del calciatore che la indossa».

E allora è facile prevedere lo sbarco, anche sui campi di provincia, di maglie numero 99, magari ad imitazione di quella del campione preferito.

Marco Innocenti