Città di Termoli. Ricorso spedito in ritardo, il G.S. lo boccia

Giustizia sportiva
Giustizia sportiva

Gli adriatici inviano il ricorso oltre i termini, il Giudice Sportivo non può far altro che dichiararlo inammissibile. Città di Termoli-Roseto resta 2-2.

Le motivazioni:

Ricorso A.S.D. CITTA’ DI TERMOLI - Avverso esito gara per presunta posizione irregolare calciatore)

(Gara  CITTA’ DI TERMOLI-ROSETO  del 19/09/2018  - Coppa ITALIA Dilettanti – 3^ Giornata Della Prima Fase Regionale)

 

Il Giudice Sportivo Territoriale,

preso atto che la società Città di Termoli ha inviato un reclamo in ordine alla gara in epigrafe;

rilevato preliminarmente che, da quanto risulta in atti, lo stesso è stato inviato via fax in data 20/09/2018 alle ore 12:08;

considerato che il Regolamento della manifestazione, al punto 12) Disciplina Sportiva - Abbreviazione dei termini prevede che gli eventuali reclami, a norma dell’art. 29 comma 4 lett. b), comma 6 lett. b) e comma 8 lett. b), del Codice di Giustizia Sportiva dovranno essere proposti e pervenire, in uno con le relative motivazioni, entro le ore 12.00 del giorno successivo a quello di effettuazione della gara;

evidenziato che il reclamo è pervenuto oltre i termini fissati dal citato Regolamento e che, pertanto, deve essere dichiarato inammissibile ;

tutto ciò premesso

D E C I D E

di dichiarare inammissibile il reclamo così come proposto dalla società Città di Termoli, per le ragioni meglio esposte in premessa. La tassa reclamo, non versata, sarà addebitata sul conto della reclamante.

 

 

Celestino Ieronimo

Leggi altre notizie:CITTà DI TERMOLI