Coppa Italia: Guglionesi e Roseto passano. Comprensorio ko indolore

Il Comprensorio Vairano Ph. Msc
Il Comprensorio Vairano Ph. Msc

Si sono disputate nel pomeriggio sette delle otto gare di ritorno degli ottavi di Coppa Italia. Una, quella tra Vastogirardi e Quattro Torri Chieuti è stata rinviata, con il consenso della Federazione, nella tarda mattinata a causa di un grave lutto che ha colpito la cittadina pugliese. Vista la situazione, i dirigenti delle due squadre si sono accordati per disputare la gara mercoledì 31 ottobre.

Al Roseto è riuscita l'impresa di ribaltare lo 0-2 subito all'andata dall'Aurora Capriatese. I pugliesi hanno sbloccato la gara nel finale di tempo con Melino e nella ripresa, il neo entrato Di Virgilio, con una doppietta in otto minuti, ha regalato la qualificazione ai fortorini, che ora affronteranno nei quarti il Sesto Campano che ha battuto l'Alliphae per 4-2 grazie alle reti di Manera, Korotash, Caiazzo e Papa. Per gli ospiti reti di Gilardi e Falco.

Una rete di Michele Consolazio ha permesso al Real Guglionesi di superare il Roccasicura e approdare ai quarti di finale dove affronterà il Vastogirardi, che mercoledì prossimo non dovrebbe avere grosse difficoltà a qualificarsi dopo il 6-0 rifilato all'andata al Quattro Torri Chieuti.

Il Bojano ha vinto, ma l'1-0 con cui ha battuto il Comprensorio Vairano non è bastato per ribaltare l'1-5 subito all'andata. Passano i campani, unica squadra di Promozione, che ai quarti incroceranno le Acli e Campodipietra che sono riusciti a fermare sullo 0-0 la Frentania e difendere il 3-1 conseguito all'andata.

Qualificazione ai quarti senza problemi per Venafro e Tre Pini Matese. Le due squadre avevano vinto in trasferta le gare di andata e quella di oggi era solo una formalità. I bianconeri si sono ripetuti battendo 4-1 (Minopoli, Patriciello, Panico e Rega) il Pietramontecorvino, mentre i matesini hanno pareggiato 1-1 contro l'Aurora Ururi, Altomare per i locali e D'Adamo per gli ospiti. Ora, le due squadre si affronteranno nei quarti.

IL TABELLONE 

Celestino Ieronimo