GIUSTIZIA SPORTIVA: caso di omonimia, respinto il ricorso

Ricorso respinto
Ricorso respinto

Gara CASALI DAUNI - DIFESA GRANDE PORTICONE

Il Giudice Sportivo Territoriale, preso atto di quanto pubblicato sul Comunicato Ufficiale n. 43 del 15/11/2018 pag. 886;

acquisite agli atti le controdeduzioni della società Casali Dauni;

letto il reclamo, rileva che la società Difesa Grande Porticone chiede l'applicazione ai danni della società Casali Dauni della punizione sportiva della perdita della gara in epigrafe con il punteggio di 0-3 per aver schierato nella gara in epigrafe il calciatore De Luca Mercurio che non aveva titolo a prendervi parte perché squalificato con Comunicato Ufficiale n. 38 del 01/11/2018 pag. 780;

lette le controdeduzioni, rileva che la società Casali Dauni chiede di rigettare il reclamo perché a prendere parte alla gara è stato il calciatore De Luca Mercurio (nato il 30/05/2000), mentre il calciatore squalificato con il CU n. 38 era De Luca Mercurio (nato il 03/04/2001). Si tratta, pertanto, di un puro caso di omonimia.

Osserva questo GST.

Il calciatore De Luca Mercurio (nato il 03/04/2001) veniva espulso nel corso della gara Turris - Casali Dauni del 28/10/2018 (in cui vestiva la maglia n. 9) e squalificato per una gara effettiva con decisione pubblicata sul CU n. 38 pag. 780. A tale incontro partecipava anche l'altro calciatore De Luca Mercurio (nato il 30/05/2000), schierato con la maglia n. 11. La gara successiva in calendario per la società Casali Dauni era appunto quella oggetto del ricorso di cui trattasi. Dal referto arbitrale relativo si evince chiaramente che l'unico calciatore De Luca Mercurio iscritto in distinta e partecipante alla gara era quello nato il 30/05/2000 il quale, per quanto sopra riportato, non risultava squalificato e di conseguenza aveva pieno titolo a partecipare alla gara.

Per tutti questi motivi D E C I D E di rigettare il reclamo così come proposto dalla società Difesa Grande Porticone, per le ragioni meglio esposte in premessa.

La tassa reclamo, non versata, sarà addebitata sul conto della società reclamante.

Celestino Ieronimo