Città di Termoli: squalificato ex presidente e multata la società

Foto archivio
Foto archivio

IL GIORNO 09 APRILE 2019,

PRESSO LA SEDE DEL C.R. MOLISE, SI È RIUNITO IL TRIBUNALE FEDERALE TERRITORIALE COSÌ COMPOSTO:

DOTT. CAMPA LUCIO PRESIDENTE

AVV. LIGUORI MICHELE COMPONENTE

AVV. SICILIANO GABRIELE COMPONENTE E SEGRETARIO PER TRATTARE IL SEGUENTE:

C.1. DEFERIMENTO A CARICO di JEAN YVES PIERMATTEO E DELLA SOCIETA’A.S.D. CITTA’ DI TERMOLI

La Procura Federale deferiva dinanzi a questo Tribunale Federale Territoriale, con la nota n.7124/167 pfi 18/19 MS/AS/ac del 17 gennaio 2019, il sig. Jean Yves Piermatteo, all’epoca dei fatti presidente e legale rappresentante della A.S.D. Città di Termoli, per rispondere della violazione dell’art. 1bis, comma 1, del Codice di Giustizia Sportiva, in relazione al C.U. n. 1 della L.N.D., punto 14, alla voce “allenatori”, per la stagione sportiva 2017/2018, per aver concordato e pattuito, con l’accordo economico sottoscritto il 31 luglio 2017 un premio di tesseramento in favore dell’allenatore sig. Giovanni Guglielmi per la conduzione della squadra juniores regionale pari a euro 5.400,00 e quindi superiore ai massimali previsti dalla normativa di riferimento (indicato in euro 3.000,00); nonché la società A.S.D. Città di Termoli, matr. 795096 per rispondere a titolo di responsabilità diretta e oggettiva, ai sensi dell’art. 4 commi 1 e 2 del C.G.S. per il comportamento posto in essere dai soggetti appartenenti alla società al momento della consumazione della violazione e comunque  nei cui confronti o nel cui interesse è stata espletata l’attività sopra contestata.

Alla odierna udienza di trattazione è risultato presente l’Avv. Raffaele Teodoro, per la Procura Federale, mentre nessuno si è presentato per i deferiti, né sono pervenute richieste di rinvio.

Verificata la regolarità delle convocazioni inviata ai deferiti a mezzo racc. a.r., ricevuta dal sig.Jean Yves Piermatteo in data 01.03.2019, e non ritirata, invece, dalla società A.s.d. Citta diTermoli, rimanendo in giacenza presso le Poste Italiane s.p.a. , veniva disposta la trattazione deldeferimento.

Il rappresentante della Procura Federale, Avv. Raffaele Teodoro, dopo aver illustrato il contenuto del deferimento e le responsabilità a carico dei deferiti, chiedeva l’applicazione delle seguenti sanzioni: inibizione per mesi tre a carico del sig. Jean Yves Piermatteo; ammenda di euro 900,00 nei confronti della società A.s.d. Citta di Termoli.

Questo Tribunale Federale, visti gli atti del deferimento, osserva che i fatti posti a carico deideferiti risultano pienamente provati, atteso che lo stesso sig. Guglielmi Giovanni confermava, sia in sede di audizione dinanzi alla Procura Federale e sia attraverso la richiesta formulata al collegio arbitrale LND –FIGC di far obbligo alla società Asd Città di Termoli al pagamento della somma pattuita di euro 5.400,00, a titolo di premio di tesseramento per la conduzione tecnica della squadra juniores regionale, il superamento dei massimali previsti dalla normativa di riferimento. Valutati i fatti, relativamente alle sanzioni richieste, questo Tribunale ritiene che solo la sanzione richiesta nei confronti della società sia da considerarsi eccessiva e, quindi, meritevole di essere ridotta.

P.Q.M.

Il Tribunale Federale Territoriale infligge al sig. Jean Yves Piermatteo, all’epoca dei fatti presidentedella società A.s.d. Città di Termoli, la sanzione della inibizione per mesi tre e alla società A.S.D.Città di Termoli la sanzione dell’ammenda di euro 600,00 (seicento/00).

Manda alla Segreteria del C.R. Molise per quanto di competenza in merito alle sanzioni irrogate.

Celestino Ieronimo

Leggi altre notizie:CITTà DI TERMOLI